2012

Per il quinto Gran Gala du Cirque vengono richiamati in Italia dopo anni i Pellegrini Brothers, gli acrobati italiani più famosi al mondo, già vincitori del Festival di Montecarlo.

Due protagonisti sono nel Guinness dei Primati:Alesya Gulevich, artista di hula hoop, e Mario Berusek, il giocoliere più veloce del mondo, a Pescara per concessione del Moulin Rouge. Viene creata una vetrina per l’Accademia del Circo di Verona, con l’esibizione del suo direttore Andrea Togni e della prodigiosa allieva Viviana Rossi. La comicità è affidata al trio più innovativo del momento, gli svizzeri Starbugs.

Per il nuovo circo, è sostenuta l’anteprima della creazione di teatro acrobatico dell’EstKarakasa Circus, prima di una fortunata tournée internazionale.

Il leggendario Leo Bassi presenta per la prima volta in italiano una versione estesa del suo recital “Utopia”.
Nello stesso anno Funambolika presenta inoltre la sua prima creazione sul mercato: lo spettacolo “Il Crazy Paradis”. Vengono realizzati due workshop internazionali in collaborazione con la scuola Il Circo della Luna: tecniche aeree (Esther Slanzi) e drammaturgia circense ( Adrian Schvarzstein).